Cronaca Italia

Monte Bianco, un’alpinista russa finisce in un crepaccio e muore

Una alpinista russa di 32 anni è stata trovata morta stamane nel massiccio del Monte Bianco dopo che ieri era precipitata in un crepaccio a 4.600 metri d’altitudine. Lo hanno reso noto i soccorritori.

Ieri la donna stava compiendo l’ascensione del Monte Bianco con tre amici ucraini e russi quando è caduta per più di 200 metri. Scattato l’allarme, una pattuglia di quattro militari del soccorso alpino è partita da Chamonix, ma nella notte una valanga ha travolto due soccorritori che hanno riportato fratture di spalla e costole e sono stati riportati a valle.

A quel punto un’altra pattuglia è andata in soccorso dell’alpinista russa che però, quando è stata trovata, era già morta, probabilmente di freddo.

To Top