Dolomiti, precipitano dal monte Cridola: tre alpinisti morti

Pubblicato il 10 agosto 2012 20:58 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2012 2:01

Le Dolomiti (Foto Lapresse)

BELLUNO – Tre alpinisti di Belluno sono morti sulle Dolomiti, precipitando dalla via Dino e Maria, sul monte Cridola. Tutti e tre facevano parte del Soccorso alpino della Stazione dell’Alpago: sono Andrea Zanon, 38 anni, di Chies d’Alpago (Belluno), Maudi De March, 36 anni, di Chies d’Alpago, e David Cecchin, ventottenne di Belluno.

I tre rocciatori erano partiti in mattinata per la scalata. Quando hanno ritardato il rientro al rifugio Padova dove erano attesi, nel pomeriggio è scattato l’allarme e la ricognizione dell’elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha rivelato in breve la tragedia.

I corpi dei tre uomini sono stati recuperati dai soccorritori del Centro Cadore e dall’equipaggio del Suem. A farli precipitare potrebbe essere stato un cedimento della sosta del secondo-terzo tiro, che li ha fatti precipitare per un centinaio di metri.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other