Disperde le ceneri del fratello in montagna e muore colpito da un fulmine

Pubblicato il 2 Agosto 2011 9:40 | Ultimo aggiornamento: 2 Agosto 2011 13:03

TRIESTE – Federico Dean, triestino, di 41 anni, era andato sul Montasio, la più bella cima delle Alpi Giulie, per disperdere le ceneri del fratello minore morto in un incidente stradale l’11 giugno scorso in Messico, ma è morto lui stesso colpito da un fulmine sulla scala Pipan che conduce alla vetta del monte.

L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio di lunedì, ma i contorni della triste e drammatica vicenda si sono dipanati e chiariti solo il giorno dopo quando il compagno di cordata di Dean, Federico Franco, di 35 anni, si è ripreso dallo choc e ha potuto spiegare l’accaduto alla Polizia.

Dean, che lascia la moglie e un figlio, aveva scelto lo Jof di Montasio perchè la cima più amata dal fratello e così lunedì ha deciso di scalarla per poi disperdere le ceneri del congiunto defunto in Messico. Ma il maltempo non ha dato tregua ai due che, dopo aver deposto una piccola targa ricordo e scattato alcune foto, hanno deciso di scendere dalla scala Pipan.

Un fulmine ha però colpito in pieno Dean che è stato letteralmente strappato dalla parete. E’ precipitato per un centinaio di metri morendo all’istante per le ferite riportate alla testa e in varie parti del corpo. La salma di Dean è ora a disposizione dell’Autorità giudiziaria che ha disposto l’autopsia.