Monte Serra, Ugo D’Anna, capo dei pompieri: “Il piromane è tra noi. Conosce bene i luoghi”

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 ottobre 2018 7:40 | Ultimo aggiornamento: 3 ottobre 2018 0:35
Monte Serra, Ugo D'Anna, capo dei pompieri: "Il piromane è tra noi. Conosce bene i luoghi"

Monte Serra, Ugo D’Anna, capo dei pompieri: “Il piromane è tra noi. Conosce bene i luoghi” (Foto Ansa)

CALCI (PISA) –  “Il piromane è tra noi”: a Calci, il Comune in provincia di Pisa devastato dagli incendi che hanno divorato i boschi del monte Serra, ne sono certi. Per l’ingegnere Ugo D’Anna, comandante provinciale dei vigili del fuoco di Pisa, chi ha appiccato il fuoco “è un vigliacco. Chi ha fatto tutto questo è solo un vigliacco criminale. Non ci sono altre parole per definire chi ha provocato questo scempio. È una persona della zona, conosce il monte, i suoi punti di debolezza con la prolungata siccità, ha scelto una sera di forte vento, sapeva come allontanarsi”, prosegue D’Anna in una conversazione con il Tirreno. 

Tutti stanno cercando il responsabile della strage dei boschi pisani: le indagini sono affidate ai carabinieri del comando provinciale di Pisa e ai carabinieri forestali, che in questi giorni sono tornati sul Monte Serra, nella zona dalla quale è partito il rogo che ha bruciato 1.400 ettari di bosco. Ma non sono stati trovati inneschi. 

“Non entro nel merito delle indagini – ha spiegato D’Anna a Sabrina Chiellini del Tirreno – ma da quello che ho potuto vedere la sera dell’incendio, c’è stato un solo innesco. Poi il forte vento ha fatto il resto. Avevo intuito subito che la situazione sarebbe stata difficile ma la velocità con cui il fuoco si è esteso è stata davvero sorprendente”.

In provincia di Pisa, alcuni anni fa, un precedente che spaventa: a Santa Maria a Monte venne arrestato un volontario. Bruciava e spegneva i roghi per il proprio piacere.