A 78 anni imbratta la tomba del carabiniere che lo aveva arrestato 30 anni prima

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 agosto 2018 10:50 | Ultimo aggiornamento: 26 agosto 2018 10:50
A 78 anni imbratta la tomba del carabiniere che lo aveva arrestato 30 anni prima

A 78 anni imbratta la tomba del carabiniere che lo aveva arrestato 30 anni prima

ROMA – Lo aveva arrestato quando era ancora in servizio, prima di morire, per una serie di reati. Ma lui a distanza di 30 anni si reca al cimitero, raggiunge la tomba e imbratta l’effige sulla lapide del maresciallo dell’arma dei carabinieri, già comandante della locale stazione. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] E’ stato individuato e denunciato. Si tratta di un anziano di 78 anni immortalato dalla telecamere di sorveglianza mentre imbrattava l’effige sulla lapide del maresciallo dei carabinieri.

Al termine di un’incessante attività investigativa, i carabinieri della stazione di Montegranaro (Fermo) hanno individuato e deferito all’autorità giudiziaria di Fermo per vilipendio delle tombe, un 78enne, con precedenti di polizia, il quale, lo scorso 20 agosto, all’interno del cimitero di Montegranaro, aveva imbrattato l’effige sulla lapide del maresciallo dell’arma dei carabinieri Francesco Puggioni deceduto nel 1992. L’attività d’indagine condotta mediante la visione delle immagini del sistema di videosorveglianza comunale e la successiva attività di riscontro fotografico hanno consentito ai carabinieri di individuare l’autore del gesto sconsiderato.