Montelupo Fiorentino, 17enne aggredita 4 mesi fa: arrestato Alessio Martini

Pubblicato il 22 febbraio 2018 14:56 | Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2018 15:01
Montelupo Fiorentino, 17enne aggredita 4 mesi fa: arrestato Alessio Martini

Montelupo Fiorentino, 17enne aggredita 4 mesi fa: arrestato Alessio Martini

FIRENZE – Arrestato il presunto aggressore di Montelupo Fiorentino, vicino Firenze, dove lo scorso ottobre una 17enne era stata ridotta in fin di vita. La trovarono in una pozza di sangue, nascosta tra le foglie, dietro un muretto al Parco dell’Ambrogiana. Un’aggressione brutale e apparentemente senza movente, che aveva gettato nello sconforto l’intera comunità. Dopo 4 mesi gli investigatori sono risaliti a un 21enne italiano, Alessio Martini, già noto alle forze dell’ordine.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere per tentato omicidio e rapina è stata emessa dal Gip di Firenze ed eseguita giovedì mattina. E’ stato anche ritrovato il cellulare della ragazza, proprio grazie alle indicazioni del 21enne arrestato. Secondo quanto riporta il quotidiano La Nazione, lo smartphone era nascosto tra la vegetazione, a circa 150 metri dal luogo dell’aggressione.

Quella mattina di ottobre, è la ricostruzione degli inquirenti, alle 6.20 un uomo con pantaloni chiari e giubbotto scuro ha imboccato lo stesso viale che la ragazza stava percorrendo in direzione opposta. La giovane era al telefono, l’uomo dopo averla incrociata ha invertito la marcia e l’ha seguita. Poi l’ha colpita alle spalle con un oggetto contundente, si è impossessato del cellulare e l’ha trascinata per 200 metri.

Quell’uomo inquadrato dalle telecamere di videosorveglianza, sarebbe Alessio Martini. Le sue tracce biologiche sarebbero state trovate sugli indumenti della vittima.

Ecco il video che ha incastrato il presunto aggressore: