Monza, chiude in casa i genitori. Il padre muore calandosi dalla finestra

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Luglio 2013 13:22 | Ultimo aggiornamento: 18 Luglio 2013 13:23
Monza, chiude in casa i genitori. Il padre muore calandosi dalla finestra

Monza, chiude in casa i genitori. Il padre muore calandosi dalla finestra

MONZA – Chiudeva in casa gli anziani genitori per andare a lavorare. Ogni giorno segregati in casa per “proteggerli”, si è giustificata lei, fino a martedì mattina, quando papà Gino, 78 anni, ha tentato la fuga calandosi dal balcone con un filo dell’antenna, ma è caduto ed è morto. La figlia, Antonella C., di 48 anni, è stata arrestata dai carabinieri di Muggiò per maltrattamenti, sequestro di persona e omicidio colposo.

Alla polizia Antonella ha raccontato l’abitudine di chiudere i genitori in casa era nata per “proteggerli” e per evitare che il padre scendesse al bar per andare a bere alcolici. La madre, di 74 anni, è invece invalida al 100 per cento e impossibilitata a muoversi. Il 16 luglio, come ogni mattina, Antonella C. era uscita per andare a lavoro presso una ditta di pulizie, e ha chiuso come al solito la porta dell’appartamento al secondo piano in via della Repubblica, a Muggiò, in provincia di Monza.

Non potendo uscire di casa, il padre Gino ha allora tentato di calarsi dalla finestra con il cavo dell’antenna, è scivolato ed è precipitando al suolo. Troppo gravi le lesioni procuratesi: poco dopo l’uomo è morto durante il trasporto all’ospedale di Monza. E’ stato proprio il cavo pendente a insospettire i carabinieri, che una volta entrati in casa hanno scoperto lo stato di degrado. Infine le indagini hanno permesso di accertare che lo stato di abbandono e il tentativo di fuga dell’anziano erano conseguenza del comportamento della figlia. Automatico il mandato di arresto.