Monza, Francesca Consonni è in coma: un ragazzo l’ha aggredita in strada

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Marzo 2015 1:01 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2015 1:01
Anziana in coma in Brianza: bloccato l'aggressore

Anziana in coma in Brianza: bloccato l’aggressore

MONZA – Un 30 anni con disturbi psichiatrici è stato arrestato dai carabinieri per aver aggredito a Carate Brianza (Monza e Brianza) Francesca Consonni, una donna di 78 anni, senza motivo. Gli inquirenti hanno spiegato che l’uomo ha aggredito la donna con calci e pugni.

Consonni, a seguito dei colpi ricevuti è entrata in coma per una profonda ferita alla testa. Ancora da chiarire se il trauma è dovuto a un colpo ricevuto dall’aggressore o all’impatto con l’asfalto: la donna potrebbe infatti essere caduta nel corso della colluttazione.

Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri, Francesca Consonni, molto religiosa, stava rientrando a casa dopo che era stata a casa della sorella malata, dove recitava il rosario come tutte le sere. Ad un certo punto, mentre tornava a casa, un ragazzo l’ha intercettata e picchiata in strada.

I soccorsi sono arrivati credendo che si trattasse di una persona ferita da arma da fuoco. La signora “con il cranio fracassato” è stata intubata sul posto per una prima manovra di rianimazione. Secondo un testimone, che dice di aver assistito alla scena dalla finestra della sua casa, l’aggressore aveva un’età apparente di 30 anni ed era moro, “L’ha colpita a calci e pugni alla testa, con sé aveva un cucciolo di cane” ha detto il testimone che ha aggiunto che si tratterebbe di “una persona disturbata, un caso psichiatrico”.

E in serata il presunto aggressore è stato fermato. Sulla trentina, aveva le scarpe ancora sporche di sangue.