Monza, violenta ragazzina di 12 anni: fermato un uomo, sospettato di essere molestatore seriale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 marzo 2018 11:10 | Ultimo aggiornamento: 27 marzo 2018 11:10
Monza, fermato per violenza su ragazzina di 12 anni

Monza, violenta ragazzina di 12 anni: fermato un uomo, sospettato di essere molestatore seriale

MONZA – Ha violentato una ragazzina di 12 anni lo scorso 19 marzo a Monza e dopo quattro giorni è stato fermato a Imola e portato nel carcere di Bologna.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela.

L’uomo originario del Brasile e che lavora come autotrasportatore, ha 36 anni e la cittadinanza italiana. Sul braccio dell’aggressore c’era ancora il morso inferto dalla ragazzina, che ha tentato di difendersi dalla violenza. Daniele De Salvo sul quotidiano Il Giorno scrive che l’uomo fermato è sospettato di essere un molestatore seriale di ragazzine:

“Il sudamericano è al momento accusato di due episodi verificatisi lunedì scorso uno dopo l’altro, il primo a Campiofiorenzo di Casatenovo, dove ha assalito una 15enne seguita dalla fermata dell’autobus fin dentro l’androne del condominio dove vive, il secondo a Monza, dove ha preso di mira una 12enne delle medie bloccandola nell’ascensore del palazzo in cui abita prima che lei gli mordesse una mano e si divincolasse.

Le indagini sul suo conto tuttavia sono ancora in corso e si ipotizza che abbia aggredito pure altre giovanissime. Anche per questo motivo, per il timore che possa importunare altre minorenni, il gip di Bologna ieri ha convalidato il suo arresto. Il 36enne, single, è stato bloccato nella notte tra venerdì e sabato a Imola dagli agenti della Mobile di Milano, su ordine dei magistrati di Monza che hanno firmato a suo carico un provvedimento di fermo di indiziato di delitto. È stato bloccato in Emilia Romagna dove si trovava per lavoro alla guida di un camion.

I poliziotti a quanto pare lo tenevano d’occhio già da tempo, proprio per il dubbio che possa essere stato lui nell’ultimo periodo a importunare diverse minorenni, specialmente in Brianza. Dai primi accertamenti avrebbe scelto le sue “prede” a caso, semplicemente incrociandole per strada: così almeno sarebbe successo con la 15enne di Casatenovo, che avrebbe adocchiato appunto alla fermata del pullman e con la 12enne di Monza, intravista mentre rincasava da sola a piedi. Le ha subito pedinate, riuscendo a infilarsi alle loro spalle dentro le palazzine dove abitano per poi avvinghiarle e palpeggiarle. Quando è stato ammanettato, sul braccio riportava ancora i segni del morso della 12enne.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other