Morciano di Leuca, Stefania De Marco colpita dal fidanzato con 7 coltellate: è grave

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 settembre 2018 21:48 | Ultimo aggiornamento: 4 settembre 2018 22:25
Stefania De Marco Giorgio Vitali

Stefania De Marco con Giorgio Vitali

LECCE – Stefania De Marco, ventisettenne della provincia di Lecce, è stata ferita da sette coltellate ed è ora ricoverata in Rianimazione in ospedale a Tricase [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. E’ accaduto la sera di domenica 3 settembre a Morciano di Leuca nel Salento durante una lite per gelosia col fidanzato 30enne che dopo un interrogatorio durato oltre due ore avrebbe confessato.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti il giovane avrebbe avvisato un’amica raccontando che la ragazza si era ferita cadendo, chiedendole di intervenire. Sul posto sono stati chiamati i sanitari del 118 che hanno rapidamente portato la ragazza in ospedale. Le sue condizioni sono gravi dopo aver subito sette coltellate, tre alla nuca, quattro all’addome, con una che ha perforato un polmone. Il fidanzato è stato successivamente rintracciato e dopo l’interrogatorio in caserma avrebbe confessato.

Giorgio Vitali  di 30 anni, originario di Gagliano del Capo è stato arrestato e trasferito nel carcere di Lecce. Il ragazzo è accusato di aver ferito con diverse coltellate la propria fidanzata per gelosia, lasciandola quasi priva di sensi nel bagno dell’abitazione del nonno di lei.

5 x 1000

A seguito di un litigio fra i due, il giovane ha colpito ripetutamente alle spalle la ragazza con un coltello da cucina per poi allontanarsi subito dopo, prima di attivarsi telefonicamente per far soccorrere la ragazza dai sanitari.

I carabinieri, dopo aver rintracciato il giovane lo hanno interrogato. Giogio Vitali in un primo momento ha tentato di depistare le indagini. Poi è caduto in contraddizione ed ha ammesso le proprie responsabilità, confessando il tentato omicidio in presenza del proprio legale e dando indicazioni per il rinvenimento dell’arma utilizzata e che al momento non è stata però ancora recuperata.

La ragazza, che a seguito dell’aggressione ha perso molto sangue, è stata trasportata d’urgenza presso l’ospedale “C. Panico” di Tricase dove è stata ricoverata in rianimazione, in prognosi riservata. Il ragazzo è stato trasferito presso la casa circondariale di Lecce.