Morbello: perde il controllo dell’auto, precipita per 10 metri in una scarpata e muore carbonizzato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Febbraio 2020 11:20 | Ultimo aggiornamento: 20 Febbraio 2020 11:20
Ambulanza, Ansa

Morbello, perde il controllo dell’auto, precipita per 10 metri in una scarpata e muore carbonizzato (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Perde il controllo della macchina, precipita in una scarpata per dieci metri e muore carbonizzato. 

Così è morto Andrea Mantegna, 33 anni, sposato e con due bambini piccoli. Il 33enne lavorava alle Poste di Cartosio.

L’incidente è avvenuto nella mattinata di mercoledì 19 febbraio in provincia di Alessandria lungo la provinciale 208, nel tratto tra Morbello e Cimaferle.

Un testimone ha raccontato ai carabinieri di aver udito un boato e aver visto l’auto prendere fuoco.

Le prime ricostruzioni dell’incidente.

Mantegna, per cause ancora da chiarire, ha perso il controllo della Toyota Yaris nel tratto di strada poco frequentato e che ha una forte pendenza: è uscito dalla carreggiata, poi il volo di dieci metri.

“La vittima – racconta La Stampa –  è il conducente di un veicolo che è uscito di strada intorno alle 12,40,  lungo la provinciale 208, nel tratto tra Morbello e Cimaferle. Aveva 34 anni. Si chiamava Andrea Mantegna, 34 anni, viveva con la moglie e i due figli a Cremolino. Lavorava per Poste a Cartosio. La sua vettura ha immediatamente preso fuoco e Mantegna alla guida è morto carbonizzato. Sul posto l’ambulanza e l’elisoccorso. Intervenuti anche vigili del fuoco di Acqui Terme e carabinieri”.

Fonte: FanPage, Quotidiano Piemontese, La Stampa.