Infermiera morta in metrò, i media romeni: “Gli italiani applaudono l’assassino”

Pubblicato il 19 Ottobre 2010 18:51 | Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre 2010 20:49

Maricica Hahaianu

Shock sui media romeni per gli applausi degli amici ad Alessio Burtone, l’uomo che ha colpito con un pugno l’infermiera romena, uccidendola, alla metro Anagnina di Roma.

”L’aggressore di Maricica Hahaianu, l’infermiera romena morta dopo essere stata colpita in una stazione metro di Roma, è stato accolto con applausi da più italiani al momento del suo arresto”, scrive il sito della tv Antena 3, che accompagna le immagini riprese dai media italiani col titolo ”L’assassino della romena applaudito dai connazionali”.

”Decine di italiani hanno applaudito Alessio Burtone, l’aggressore della romena, quando è stato trasferito in carcere”, riporta anche il quotidiano Jurnalul national online, che fa parte dello stesso gruppo di Antena 3.

”La gente ha chiesto persino la liberazione del giovane”, aggiunge il giornale online, citando anche la madre di Alessio. ”L’unica cosa che abbiamo è la casa e siamo disposti a venderla per risarcire, per quel poco che sia, il dolore di questa famiglia”, scrive il giornale riportando le parole della madre di Burtone.

”Mio figlio ha fatto un gesto imperdonabile! Ma si è sentito minacciato!”, ha aggiunto, stando a Jurnalul. Secondo il giornale, ”l’autopsia ha indicato che non c’è nessun legame tra il decesso e il modo in cui la romena è stata curata nell’ospedale di Roma”.

I parenti della donna hanno invece accusato i medici italiani ”di aver staccato troppo presto gli apparecchi”, aggiunge il giornale, precisando che le spese per il rimpatrio della salma di Maricica saranno a carico del Comune di Roma.