Mortegliano, morto il 24enne afghano ferito a colpi d’arma da fuoco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Giugno 2020 14:08 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2020 14:08
Mortegliano, Ansa

Mortegliano, morto il 24enne afghano ferito a colpi d’arma da fuoco (foto Ansa)

ROMA – Il cittadino afghano residente a Codroipo ferito alla testa da colpi di arma da fuoco sabato scorso a Mortegliano è morto all’ospedale di Udine.

Lo conferma all’agenzia Ansa, il Procuratore di Udine Antonio De Nicolo.

Rahimi Zazai, 24 anni, era stato ricoverato in condizioni disperate dopo la sparatoria nei pressi del cimitero di Mortegliano.

Il personale del 118 aveva subito trasferito l’uomo nel reparto di Terapia Intensiva.

Ma fin da domenica i sanitari avevano espresso pesanti riserve sul decorso positivo.

Due le persone arrestate.

Si tratta di un 44enne italiano e di un 30enne honduregno, residenti nell’Udinese.

L’omicidio sarebbe maturate nell’ambito dello spaccio di sostanze stupefacenti nella zona.

Mortegliano, le parole del Procuratore di Udine.

“Sono momenti di grande concitazione” aveva spiegato il Procuratore di Udine Antonio De Nicolo.

“I periti balistici dell’Arma dei Carabinieri hanno svolto i loro rilievi e attendiamo gli esiti di quanto ricostruito.

Le singole responsabilità di quanti hanno partecipato all’evento criminoso saranno delineate quando l’intero quadro accusatorio sarà definito”.

Quanto al movente, per il Procuratore di Udine si tratterebbe “di un regolamento di conti in ambito malavitoso”.

“Anche in questo caso la diffusione di ulteriori dettagli potrebbe pregiudicare l’accertamento della verità dei fatti”. (Fonte: Ansa).