Morterone, Postamat di Poste Italiane nel comune più piccolo d’Italia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Febbraio 2020 18:40 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2020 18:53
Morterone, Poste Italiane installa atm nel comune più piccolo d'Italia

Morterone, Poste Italiane installa atm nel comune più piccolo d’Italia

ROMA – Un Postamat di Poste Italiane è stato installato nella città di Morterone, nella provincia di Lecco, il 3 febbraio. Si tratta del comune più piccolo d’Italia, con appena 30 abitanti, tra le montagne della Valsassina. Una comodità per i cittadini che non dovranno più percorrere almeno 30 minuti di strada per l’atm più vicino e che fa parte del programma di Poste Italiane per i centri con meno di 5000 abitanti e

Poste Italiane ha installato uno sportello automatico “Postamat” che, oltre al ritiro del contante, permette anche di pagare le bollette o di effettuare ricariche telefoniche. Antonella Invernizzi, sindaco di Morterone, ha spiegato: “L’installazione del Postamat è un piccolo passo che va a migliorare la qualità della vita nel nostro borgo. Una scelta che Poste Italiane ha fatto basandosi non sui numeri ma sui bisogni delle realtà in cui i servizi sono limitati”.

L’iniziativa fa parte infatti di un programma di impegni per i comuni italiani con meno di 5.000 abitanti, presentato nel novembre del 2018 dall’amministratore delegato di Poste Italiane Matteo Del Fante nel corso di un incontro con i sindaci d’Italia: da allora sono stati installati  oltre 750 nuovi Atm, compresi quelli posizionati negli altri 253 piccoli borghi d’Italia in cui non è presente un ufficio postale e attivati oltre 5600 punti di accesso “Wi-Fi” gratuito ad Internet.

Inoltre, sono state eliminate oltre 500 barriere architettoniche e potenziati gli uffici postali dei piccoli borghi più visitati dai turisti; sono stati attivati nuovi servizi a domicilio tramite la rete dei portalettere. Si tratta insomma di un massiccio piano di interventi, che ribadisce l’importanza della presenza capillare di Poste Italiane sul territorio e che fa parte di una strategia capace, grazie anche all’aiuto della tecnologia e dell’innovazione, di mettere d’accordo risultati economici (con il titolo di Poste che continua a crescere in Borsa) e responsabilità sociale.

Un paio di mesi fa l’azienda ha riunito di nuovo i sindaci dei piccoli comuni d’Italia per fare il punto sulla realizzazione degli impegni già programmati e per annunciarne altri, dall’arrivo di automezzi “green” ai Pos in comodato gratuito, dall’attivazione di nuovi servizi informativi ai programmi gratuiti di educazione finanziaria e digitale per i cittadini di ogni età.

L’ad di Poste Del Fante, ha spiegato: “Il tentativ è quello di accorciare le distanze, agevolare le relazioni. Miriamo ad essere una sorta di intermediario tra le diverse aree della penisola, consapevoli dell’importanza strategica di una presenza capillare”. L’impegno di Poste Italiane per rendere più semplice la vita nei piccoli borghi potrebbe infine contribuire a impedirne lo spopolamento: cento anni fa Morterone contava circa 400 abitanti, e anche se i 30 rimasti sono ben determinati a resistere, un aiuto di certo non guasta.