Morti sospette in una casa di cura nel viterbese: arrestato il titolare

Pubblicato il 5 Novembre 2010 15:37 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2010 22:44

Il titolare di una casa di cura di Gradoli, definita ‘non autorizzata’ dagli inquirenti, è stato messo agli arresti domiciliari nell’ambito di un’inchiesta sulla morte sospetta di alcuni degenti.

I decessi sarebbero tre e sarebbero avvenuti negli ultimi mesi. L’uomo, quando i carabinieri del Nas, incaricati delle indagini, gli hanno notificato il provvedimento, è stato colto da malore.

E’ accusato di abbandono di persone incapaci e, appunto, di aver causato la morte di alcuni pazienti. Secondo quanto si è appreso, i Nas, durante un controllo, avrebbero trovato gli ospiti della casa di cura, persone anziane e anche giovani con problemi psico-fisici, in stato di abbandono, in locali con gravi carenze igieniche e strutturali, senza alcuna assistenza medica.

Nel corso delle indagini sono poi emerse le morti sospette. Gli accertamenti proseguono per far luce su presunti casi di maltrattamento e altre morti sospette.

5 x 1000

[gmap]