Morto il 15enne migrante sbarcato da nave-quarantena Allegra

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Ottobre 2020 20:12 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2020 20:12
Migranti, morto il 15enne sbarcato

Migranti, morto il 15enne sbarcato da nave-quarantena Allegra (foto ANSA)

È morto in ospedale il 15enne di origine ivoriana che nei giorni scorsi era sbarcato dalla nave-quarantena Allegra. Il giovane migrante era entrato in coma sabato scorso.

E’ morto all’ospedale Ingrassia di Palermo il migrante 15enne sbarcato dalla nave-quarantena Allegra nei giorni scorsi.

Sabato scorso il giovane era entrato in coma, spiegava lo stesso giorno Alessandra Puccio, tutrice legale del minore non accompagnato.

“Aveva segni di tortura”

Il migrante morto era stato per 15 giorni in quarantena sulla nave “sebbene in stato di salute molto grave”.

“Il suo corpo – proseguiva Puccio – è martoriato da segni di tortura; il viaggio non sarà stato facile segni di denutrizione e disidratazione. Dopo due tamponi negativi è sbarcato ed è subito stato ricoverato all’ospedale Cervello”.

Entrato in coma, il 15enne “è stato trasferito all’ospedale Ingrassia perche all’ospedale Cervello non c’erano posti in rianimazione. Mi auguro che ce la faccia ma non posso non pensare a quei 15 giorni in cui in quarantena non ha ricevuto cure”.

Il migrante era stato trasferito con altri il 18 settembre scorso dalla Open Arms sulla Allegra dopo dieci giorni dai primi soccorsi in mare.

Il “travagliato” trasbordo, come ricostruisce il sito Mediterraneo, avvenne al termine di una “procedura di chiusura di evento sar ritardata dalle autorità italiane che ha causato momenti di tensione tra i soccorritori”.

Dalla nave della ong spagnola si erano gettati in mare diversi migranti e si erano avute evacuazioni mediche urgenti. (fonte AGI)