Morto a Bologna il poeta Roberto Roversi. Aveva scritto testi per Lucio Dalla

Pubblicato il 15 settembre 2012 13:38 | Ultimo aggiornamento: 15 settembre 2012 14:02
Roberto Roversi

Roberto Roversi

BOLOGNA – Si è spento a Bologna il poeta Roberto Roversi. Aveva 89 anni ed era malato da tempo. I familiari hanno dato l’annuncio della sua scomparsa solo oggi: seguendo il desiderio che aveva espresso, non vi saranno cerimonie, né pubbliche né private, né commemorazione né camera ardente. Roversi nel 1943 si era arruolato fra i partigiani, appena ventenne, e aveva combattuto nella Resistenza in Piemonte. Roversi è stato tra le altre cose scrittore di alcune tra le più note canzoni di Lucio Dalla nonché grande amico di Tonino Guerra.

Nel 1955 ha fondato con Francesco Leonetti e Pier Paolo Pasolini la rivista Officina. Negli anni settanta ha scritto numerosi testi di canzoni per Lucio Dalla (per gli album Il giorno aveva cinque teste, Anidride solforosa e Automobili), e successivamente altri per gli Stadio. Ha diretto anche la rivista Lotta Continua.

Il sindaco di Bologna Virginio Merola, appresa la notizia della morte ha dichiarato: ”E’ con dolore che apprendiamo della scomparsa di Roberto Roversi. E’ l’ennesimo lutto del modo della cultura bolognese, se ne va uno dei più grandi intellettuali che questa città abbia avuto. Una grande perdita”. Solo nel marzo scorso infatti la scomparsa di Lucio Dalla e dello scrittore Stefano Tassinari. Il sindaco Merola non ricorda solo il poeta in Roversi, ma anche un “partigiano, uomo di cultura, persona che della scrittura ha saputo fare un’arte interpretandola in ogni suo aspetto. Poeta, scrittore, libraio, ha composto testi per canzoni di successo e testi teatrali”. .