Multa a due fidanzatini che si baciano senza mascherina a Forte dei Marmi. Salvini: “La pago io”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Novembre 2020 11:55 | Ultimo aggiornamento: 10 Novembre 2020 11:55
Multa a due fidanzatini che si baciano senza mascherina a Forte dei Marmi. Salvini: "La pago io"

Multa a due fidanzatini che si baciano senza mascherina a Forte dei Marmi. Salvini: “La pago io”

Una coppia di fidanzatini a Forte dei Marmi si bacia all’aperto, in un luogo isolato, e viene multata: 400 euro a lui e 400 euro a lei. Salvini: “Gliela pago io la sanzione”.

A Forte dei Marmi due fidanzatini multati perché con la mascherina abbassata mentre si stavano baciando. Quattrocento euro a testa. Accade a una coppia di Prato sorpresa sul pontile di Forte dei Marmi dai vigili urbani. La multa è di 400 euro a testa per loro due e per un amico che era con loro e che quel bacio lo stava fotografando per ricordo come la stessa coppia gli aveva chiesto.

Lui, Francesco, lunedì sera era ospite di Nicola Porro a Quarta Repubblica, dove ha raccontato la sua esperienza. Matteo Salvini, in collegamento, si è offerto di pagare la multa al posto suo.

C’eravamo appartati per evitare assembramenti e visto che non c’era nessuno ho voluto dare un bacio alla mia fidanzata e il mio amico che stava fumando ha immortalato il momento con una foto. Tutto questo è durato pochi secondi e il pubblico ufficiale è venuto immediatamente da noi. Abbiamo chiesto scusa, abbiamo detto che aveva ragione però non c’era nessuno intorno e non potevamo nuocere la salute di nessuno”, ha spiegato il ragazzo.

“Ci hanno fatto una sanzione, sono disoccupato perché lavoravo part-time ma ora sono in sospeso. Col nuovo Dpcm i grandi magazzini sono chiusi. Hanno fatto 400 euro di multa a me, alla mia fidanzata e al mio amico”, ha concluso Francesco. 

Salvini: “Gliela pago io”

“Se non gliela toglie il sindaco, ce ne facciamo carico noi. Questo non vuol dire che i multati di mezza Italia domani mi scrivono e mi mandano il verbale, però è un comportamento così lineare ed è una sanzione che appare così surreale che se non interviene il comune, come mi auguro che avvenga, ce ne facciamo carico noi”, ha spiegato Matteo Salvini. (Fonti Il Giornale e Quarta Repubblica).