Multe ai mendicanti ed elemosine sequestrate in Trentino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Dicembre 2013 10:29 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2013 10:29
Multe ai mendicanti ed elemosina sequestrate in Trentino

Multe ai mendicanti ed elemosina sequestrate in Trentino

BRESSANONE (BOLZANO) – Elemosina sotto sequestro. In Trentino molti comuni dichiarano guerra alla carità: “Siamo dovuti intervenire — speiga il vice sindaco di Bressanone Gianlorenzo Pedron, del Pd — perché l’insistenza di queste persone aveva raggiunto livelli intollerabili, soprattutto nei confronti delle persone anziane”.

Elemosina sequestrata anche a Rovereto mentre a Bolzano l’amministrazione invita i cittadini a non dare soldi a chi chiede la carità: “Nella nostra città nessuno muore di fame. Invece di una manciata di monetine, che servono solo a lavarci la coscienza o — peggio — ad arricchire i signori del racket,date a queste persone la mappa con i luoghi dove possono trovare un pasto”. Un racket organizzato secondo i sindaci ma non per la Caritas:

“Nella maggior parte dei casi i mendicanti sono persone in grave difficoltà –  dice Heiner Schweigkofler, direttore della Caritas dell’Alto Adige – La scelta di aiutarli o meno dovrebbe essere una libera decisione di ogni cittadino, ma di certo non esiste il diritto a un’immagine della città libera dalla povertà”.