Muore neonato, i genitori accusano: “Hanno atteso il week end per un cesareo”

Pubblicato il 2 Agosto 2011 19:22 | Ultimo aggiornamento: 2 Agosto 2011 19:22

MILANO – Luiza è arrivata all’ospedale di Codogno sabato sera e il suo bambino, il piccolo Nicolas, è nato morto alle 5:45 del mattino di lunedì. Ora, la mamma e il papà vogliono capire cosa sia successo visto che, a quanto dicono, tutta la gravidanza è stata assolutamente normale e nulla lasciava presagire la tragedia.

Luiza e Dorin, entrambi romeni e di 23 anni, hanno un sospetto che pesa: per loro, scrive Repubblica, la mamma aveva bisogno di un cesareo che non sarebbe stato fatto per mancanza di personale medico (era sera, era sabato ed era agosto).  In ospedale, è l’accusa, prima di intervenire “hanno atteso per tutto il week end”

Completamente diversa la versione dell’ospedale per cui parla il direttore sanitario Valerio Tagliaferri: “Non c’è stato alcun cesareo ritardato. Anzi, il cesareo non era nemmeno previsto perché si trattava di una gravidanza fisiologica ed entro i termini”.
“Non è vero – aggiunge il medico – che la gravidanza avesse superato il termine e non è vero che in ospedale non ci sia personale pronto a eventuali cesarei nel fine settimana. Il presidio ospedaliero dispone infatti di una guardia ostetrica attiva 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno e c’è sempre un operatore reperibile di notte e nei giorni festivi per i cesarei. Lo dimostra il fatto che nell’ultimo fine settimana ne sono stati effettuati 3, e sarebbe stato fatto anche questo se fosse stato necessario”.

Spiegazioni verosimili quelle di Tagliaferri. Una domanda, però, resta senza risposta: perché è morto il piccolo Nicolas?

[gmap zoom=’12’]