Napoli, 5 anni fa causò la morte di 4 operai: arrestato

Pubblicato il 28 Novembre 2011 15:56 | Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2011 16:03

NAPOLI, 28 NOV – Provoco', sotto effetto dell'alcol, un incidente stradale nel Napoletano nel quale morirono quattro persone: dopo cinque anni Aniello La Marca e' stato arrestato. Sono stati gli agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza 'San Giuseppe Vesuviano' ad eseguire il provvedimento restrittivo per la carcerazione di La Marca, 44 enne originario di San Gennaio Vesuviano; e' stato condannato alla pena di 3 anni di reclusione per il reato di omicidio colposo plurimo sotto l'effetto dell'alcool.

Nel 2006, in una serata di novembre, dopo un lungo viaggio lungo l'autostrada del Sole, La Marca, autista della ditta di calcestruzzi di Casoria, perse il controllo dell'autobotte e fini' contro un furgoncino a gas. A causa dell'impatto morirono bruciati vivi i quattro operai. La Marca fu denunciato per omicidio colposo plurimo e guida in stato di ubriachezza. L'autostrada rimase chiusa per alcune ore nel tratto tra Teano e Capua prima che i vigili del fuoco riuscissero a tirare fuori dalle lamiere i corpi carbonizzati delle vittime. Lunedi' scorso, la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha emesso il provvedimento. In mattinata i poliziotti di San Giuseppe lo hanno notificato al destinatario.