Napoli, agguato a Scampia: ucciso Francesco Attrice

Pubblicato il 11 agosto 2010 15:46 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2010 17:36

Un uomo di 30 anni, Francesco Attrice, incensurato, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco in via Ghisleri, nel quartiere Scampia, alla periferia di Napoli. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo che stava passeggiando in strada, è stato raggiunto da alcuni sconosciuti che hanno aperto il fuoco.

L’uomo è stato soccorso da alcuni passanti e portato al ”Cardarelli” ma in ospedale è giunto già morto.

Francesco Attrice, secondo quanto si apprende dalle forze dell’ordine, era parente di Carmela Attrice, che fu uccisa in un agguato avvenuto alle Case Celesti il 15 gennaio del 2005, nel pieno della guerra tra gli “Scissionisti” e gli uomini del clan Di Lauro per il controllo delle piazze di spaccio della droga.

La donna, sposata con un pregiudicato all’epoca dei fatti in prigione, fu fatta scendere in strada con un pretesto e uccisa con diversi colpi d’arma da fuoco: nel commando c’era anche un minorenne. Il cadavere fu scoperto più tardi da sua figlia. La sua unica “colpa” era quella di essere la mamma di Francesco Barone, che secondo gli uomini dei Di Lauro stava avvicinando ad un esponente del clan degli Scissionisti. La vicenda di Carmela Attrice è stata raccontata anche nel film ”Gomorra”.