Napoli/ Arrestato macellaio, nascondeva hashish nel suo negozio a Cercola. La droga era nascosta in carta oleata usata per la carne

Pubblicato il 5 Luglio 2009 11:45 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2009 12:00

Per tutti era il titolare di una polleria ma, per alcuni, era il punto di riferimento per l’acquisto di droga. A scoprire la doppia attività di Salvatore Aurino, di 33 anni, sono stati agenti di polizia. I poliziotti hanno arrestato Aurino perchè responsabile, in concorso con Carmine Fico, di 36 anni, del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Aurino, inoltre, dovrà rispondere anche del reato di porto e detenzione di arma clandestina e di munizionamento.

Nel pomeriggio di ieri, gli agenti hanno effettuato una perquisizione all’interno di un circolo ricreativo ove lavora Fico, in Via Domenico Riccardi a Cercola, nel napoletano. Esternamente al circolo, i poliziotti hanno visto diversi videogames accantonati in un angolo, in quanto sottoposti a sequestro e, abilmente nascoste tra le apparecchiature elettroniche, hanno trovato e sequestrato circa 20 dosi di hashish, avvolte in carta oleata, del tipo utilizzata dai macellai.

Essendo quello un luogo facilmente accessibile a tutti, Fico si è discolpato dichiarando d’essere estraneo ai fatti. I poliziotti, però, avendo rinvenuto la droga avvolta in carta utilizzata per carni macellate e, avendo notato poco distante un esercizio commerciale di polleria, hanno deciso di estendere la perquisizione anche in quel negozio.

Aurino, titolare della polleria, alla vista dei poliziotti, li ha condotti nel retrobottega, consegnando loro una pistola, avvolta in un panno di stoffa, nascosta tra dei scaffali. L’arma, una calibro 38, priva di marca e matricola, era completa di 36 proiettili, ed è stata sequestrata. Nel cestello, utilizzato per contenere le pellicole per confezionare gli hamburger, i poliziotti hanno rinvenuto delle “plancette” di hashish, così come all’interno del bagno, per un peso di circa 600 grammi. A quel punto, Aurino non ha potuto far altro che ammettere le proprie responsabilità. I poliziotti hanno anche rinvenuto e sequestrato un coltello da macellaio, sporco di hashish.