Napoli, automobilista spara a un vigile ma il colpo non parte

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 giugno 2018 14:49 | Ultimo aggiornamento: 20 giugno 2018 14:49
napoli vomero

Napoli, automobilista spara a un vigile ma il colpo non parte

NAPOLI – Un giorno di ordinaria follia si scatena al Vomero, a Napoli, in via Cilea. Dopo un lieve tamponamento Corrado Santoro e suo figlio Marcello escono dal furgone e si scatenano: picchiano due vigili urbani, il ragazzo, 19 anni, toglie a pistola ad uno degli agenti, Mario Cardone, 63enne, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] e tenta di ucciderlo. Ma nell’arma non c’era il colpo in canna. Dunque, l’epilogo con gli arresti. Il 19enne accusato di tentato omicidio, il genitore di violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

“La bestia nera di Napoli è l’inciviltà e la violenza. È arrivato il momento che la Polizia locale sia equiparata alle altre forze dell’ordine”. Lo dice l’assessore comunale di Napoli alla Polizia municipale, Alessandra Clemente, commentando l’aggressione subita ieri da due vigili urbani – e di cui riferiscono organi di stampa – intervenuti sul luogo di un incidente stradale. La Clemente si dice “pietrificata. Gli agenti hanno dato prova di grande professionalità e calma. Non solo hanno tutelato i passanti ma i loro stessi aggressori che sono stati bloccati senza ricorrere all’uso delle armi. Sono uomini e donne che contrastano la violenza, anche quella più cruda e folle”.

Il vigile aggredito ha avuto solo tanta paura, in quanto ha rischiato di morire ma ora è salvo grazie alla sicura che era inserita nell’arma.