Napoli: autovelox non sarà repressivo, solo preventivo

Pubblicato il 23 Febbraio 2010 12:29 | Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio 2010 12:29

A Napoli “Autovelox sì”, ma con misura. La guerra al superamento dei limiti di velocità si faccia pure con i laser, ma con un limite chiaro: che non sia «repressione», ma trasparente «prevenzione».

Nniente più multe selvagge, ma educata persuasione. Basta agli agguati dietro le curve, dentro la vegetazione, appesi al palo della luce, dove sembra di capire (leggendo i commi) che le polizie campane si divertono a installare macchinette spolpa-automobilisti.

La legge regionale 10/2009, approvata l’estate scorsa dal Consiglio della Campania all’unanimità, traccia per la prima volta le linee guida (anzi, le «Finalità» come titola pomposamente all’articolo 2) dell’«uso consapevole» del laser meno amato dai patentati: «Ai fini del corretto utilizzo, gli apparecchi di misurazione della velocità devono essere impiegati esclusivamente a scopo preventivo e per indurre una maggiore consapevolezza dell’uso dei mezzi di trasporto».

Se non fosse ancora abbastanza chiaro il concetto, il legislatore campano indugia in un ultimo, lapidario comma: «Non è consentito l’uso repressivo di tali apparecchi».