Napoli, bimbo di 10 anni si lancia dal balcone: “Mamma, papà vi amo ma devo seguire l’uomo col cappuccio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Settembre 2020 11:56 | Ultimo aggiornamento: 30 Settembre 2020 11:58
Napoli, il bimbo che si è lanciato dal balcone. Parla una mamma: "Altri ragazzini sono stati contattati da quel profilo"

Napoli, il bimbo che si è lanciato dal balcone. Parla una mamma: “Altri ragazzini sono stati contattati da quel profilo”

Napoli, bimbo di 10 anni si lancia dal balcone: “Mamma, papà vi amo ma devo seguire l’uomo col cappuccio”.

Sulla scrivania ha lasciato un biglietto (“Mamma, papà vi amo ma devo seguire l’uomo col cappuccio”) poi, nel cuore della notte, ha scavalcato la ringhiera del balcone e si è buttato giù. Questi gli ultimi istanti di vita del bambino di 10 anni che si è tolto la vita a Napoli.

Ma chi è l’uomo col cappuccio?

L’ipotesi è che il bambino sia finito nella rete di un gioco, se così possiamo definirlo, chiamato “Jonathan Galindo”.

Si tratta di un uomo col cappuccio nero e con il volto di Pippo della Disney che sui social chiede l’amicizia soprattutto a giovanissimi a cui poi lancia delle sfide sempre più difficili.

Il fenomeno “Jonathan Galindo”

Scrive il Corriere del Mezzogiorno:

“Il web è pieno di articoli e video che raccontano di questo nuovo fenomeno nato in America e arrivato in Europa passando prima per la Spagna e la Germania e poi approdato in Italia.

La Procura dei minori ha aperto un fascicolo e le forze di polizia hanno sequestrato tutti i device usati dal bambino. Prima di tutto il cellulare, poi una consolle in grado di collegarsi ad internet e quindi di interagire con altri utenti sparsi nel mondo.

Tutto ciò che possa aiutare le investigazioni è stato portato via. I genitori sono stati ascoltati e hanno parlato del figlio come di un bambino felice, sereno, come d’altronde lo erano anche la sorella e loro stessi: una famiglia normale, piena di amore (…)”. (Fonte: Il Corriere del Mezzogiorno).