Napoli, a Scampia “blatte e topi grossi come gatti”. Il piano del Comune

Pubblicato il 9 luglio 2012 16:35 | Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2012 18:04

NAPOLI – Le blatte invadono Napoli, topi grandi come topi. E’ quello che denuncia Angelo Pisani, presidente dell’ottava municipalità del capoluogo campano. E intanto il Comune ha deciso un piano straordinario di intervento, pur negando l’esistenza di un’emergenza blatte. ”Sporcizia dappertutto e puzza insopportabile, case e strade invase dalle blatte. I cittadini sono oramai esasperati mentre l’Asl e il Comune si rimpallano le responsabilità e pensano ancora al programma da mettere in atto. La mia municipalità è invasa da topi grandi come gatti che mettono a rischio l’incolumità dei residenti, soprattutto dei bambini che rischiano di essere morsi giocando per strada”. A denunciarlo è Angelo Pisani, presidente dell’Ottava Municipalità di Napoli – che comprende i quartieri Scampia, Chiaiano, Piscinola e Miano – e dell’AMI (Associazione Municipalità Italiane).

Pur sottolineando che non c’è alcun allarme per le blatte in città il Comune di Napoli ha deciso un piano di interventi aggiuntivi di pulizia e disinfestazione – a cura dell’Asl – delle strade cittadine. Il piano scatterà nella mattinata di martedì. Gli interventi riguarderanno piazza Mercato, via Camillo Cucca, via Fiorentine a Chiaia, corso Vittorio Emanuele (da piazzetta Cariati a parco Comola), via Diocleziano, viale Campi Flegrei, via Leopardi, via Giulio Cesare, zona ospedale S. Paolo; via Ruoppolo, via Giotto, viale Raffaello; via Giovanni Antonio Campano, via Emilio Scaglione, via Giovanni Piro, rione Monte Rosa; rione Luzzatti, borgo Sant’Antonio, via Tribunali, rione Santa Rosa, taverna del Ferro e via Pazzigno.

Nel corso del vertice, come si legge da uno nota, è stato ribadito che ” non vi sono pericoli per la salute pubblica e che non esiste alcuna condizione di emergenza”. Il Comune, che sta proseguendo la pulizia della rete fognaria, garantirà l’apertura settimanale completa (cioè 7 giorni su 7) del sito di Coroglio, dove è raccolto il materiale proveniente dalla pulizia delle caditoie. A partire da settembre poi, il Comune di Napoli, insieme con l’Asl di Napoli e le municipalità, metterà in campo tutte le azioni preventive.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other