Napoli/ Camorra, puntavano l’appalto del cimitero di Pollena Trocchia. Sei persone arrestate

Pubblicato il 4 Luglio 2009 9:09 | Ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2009 9:11

Minacciavano tre imprenditori affinché non partecipassero alla gara d’appalto per la ristrutturazione del cimitero di Pollena Trocchia, del valore di 6 milioni di euro. Sei persone sono state arrestate. La gara era stata vinta dal titolare dell’azienda sequestrata, per gli inquirenti vicino ai Sarno. I carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno notificato sei ordini di custodia cautelare, di cui tre a persone già detenute, a componenti dei clan Sarno e ai loro alleati Orefice-Arlistico-Terracciano per estorsione aggravata dal metodo mafioso, procedendo anche al sequestro preventivo di quote sociali e beni strumentali di una ditta edile.

Degli arrestati, uno appartiene proprio al clan Sarno, che dalla periferia di Napoli nord con alleanze si sta estendendo in tutto il napoletano, gli altri cinque al gruppo Orefice-Arlistico-Terracciano, che è ormai inglobato ai Sarno.