Napoli: comune annulla consulenza da 80 mila euro

Pubblicato il 16 Maggio 2012 12:11 | Ultimo aggiornamento: 16 Maggio 2012 12:13

NAPOLI – Il Comune di Napoli ha annullato una consulenza da 80 mila euro affidata ad un avvocato esterno (del quale non e' stato reso noto il nome) nell'agosto del 2010. E' quanto emerge dal decreto di archiviazione notificato all'ente dalla Procura regionale della Corte dei Conti, sulla base di una dettagliata informativa depositata dalla Guardia di Finanza di Napoli. Nel decreto, pur escludendo la sussistenza di fattispecie di danno erariale, si da conto pero' di ''numerosi profili di antigiuridicita' rilevati nell'iter amministrativo esperito per l'attribuzione della consulenza''.

Le indagini sono partite per verificare la regolarita' delle procedure seguite per l'attribuzione di una consulenza giuridico amministrativa in materia di condono edilizio. Secondo quanto sottolinea la Guardia di Finanza ''l'importo riconosciuto e' parso certamente sproporzionato, tenuto conto sia del tipo di attivita' da espletare, costituita dal supporto giuridico amministrativo in tema di condono edilizio all'ufficio comunale istituzionalmente preposto, sia della durata dell'incarico, di soli quattro mesi''.

Il conferimento della consulenza al legale esterno e' avvenuto ''con determinazione dirigenziale senza il previo esperimento di una procedura selettiva pubblica, anomalia che si e' accompagnata alla irrituale pubblicazione di un avviso pubblico postumo al provvedimento di attribuzione dell'incarico in cui si invitavano (in pieno agosto) gli eventuali interessati a proporre le proprie candidature entro il successivo 31 agosto'' mentre la determinazione dirigenziale era del 10 agosto.