Napoli, corteo degli anarchici: sassi contro le banche

Pubblicato il 6 Novembre 2010 19:30 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2010 19:37

Anarchici ed aderenti ai Centri sociali stanno sfilando nel centro di Napoli per la manifestazione nazionale ”contro la repressione” indetta dalla Federazione anarchica con l’adesione di numerose sigle dell’estrema sinistra.

Il corteo (1500 persone, secondo le forze dell’ordine, 3mila secondo gli organizzatori) è partito da Piazza Mancini, nei pressi della Stazione centrale ed è diretto in piazza Dante.

Alla testa, dietro uno striscione sul quale è scritto ”Le lotte non si processano”, si sono collocati diverse decine di manifestanti vestiti di nero e con il volto coperto da caschi.

A corso Umberto un sasso lanciato da un manifestante ha infranto una vetrina dell’agenzia ”Unicredit”, altri hanno preso di mira il ”Monte dei Paschi di Siena”.

Anche qui, una vetrina è stata infranta e la telecamera esterna è stata messa fuori uso. I commercianti di Corso Umberto hanno abbassato le saracinesche per paura. Tra i gruppi presenti il ”Sindacato lavoratori in lotta” ed i ”Carc”, ”Comitati di appoggio alla resistenza comunista”.

[gmap]