Napoli/ Dipendenti Atitech in rivolta, non hanno ricevuto lo stipendio di luglio. Occupati i check-in Alitalia all’aeroporto di Capodichino. Scontri con la polizia

Pubblicato il 29 Luglio 2009 12:28 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2009 13:47

I passeggeri di Napoli sono bloccati, non possono più imbarcarsi. La protesta dei dipendenti Atitech è arrivata fino all’aeroporto di Capodichino. L’ex polo di manutenzione della flotta Alitalia non acquisito da Cai dovrebbe cessare le sue attività il 31 luglio, ma i lavoratori non hanno ricevuto lo stipendio. Circa quaranta persone hanno occupato i banchi di check-in Alitalia e Air One dalle 11 della mattina di mercoledì.

«Il prefetto di Napoli aveva promesso rassicurazioni in merito ad un’ipotetica soluzione del pagamento degli stipendi e in merito ad incontri finalizzati a capire il futuro dell’azienda – spiega Pasquale Lione – al momento non c’è, invece, alcuno sviluppo sui nostri stipendi. La cosa ridicola è che ci è anche arrivata la busta paga ma i soldi no».

È un crescendo di tensione a Napoli, si sono anche verificati scontri tra i manifestanti e la polizia, intervenuta in assetto antisommossa per cercare di fermare le proteste.