Napoli, accende la luce e la casa esplode: grave una donna di 55 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Giugno 2020 13:08 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2020 13:09
Napoli, accende la luce e la casa esplode: grave donna di 55 anni

Napoli, accende la luce e la casa esplode: grave donna di 55 anni (Foto Ansa)

NAPOLI – Ha acceso la luce e la casa è saltata in aria. Così una donna di 55 anni, originaria dello Sri Lanka, è rimasta gravemente ferita dopo un’esplosione avvenuta nella sua abitazione nel centro di Napoli.

Il fatto è avvenuto venerdì mattina in via del Priorato. Secondo una prima ricostruzione, rientrando a casa la donna ha acceso l’interruttore della corrente elettrica, poi il boato.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che stanno procedendo alla messa in sicurezza dell’alloggio e gli agenti della polizia.

La donna è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Cardarelli. Ha riportato gravi ustioni sulla maggior parte del corpo. Al momento la prognosi resta riservata.

Il comandante dei vigili ha spiegato che “l’esplosione della bombola di gas è avvenuta in un terraneo privato, siamo subito intervenuti e abbiamo dovuto chiudere via Salvator Rosa per circa un’ora deviando il traffico in altre strade”.

Una mattinata difficile nella principale arteria tra la parte collinare e il centro della città. “La zona è interessata dai lavori in corso Vittorio Emanuele e quindi ci sono state forti ripercussioni sulla viabilità – prosegue il comandante Esposto – Da mezz’ora l’abbiamo riaperta, la situazione sta tornando alla normalità. Sul posto siamo subito intervenuti insieme ai vigili del fuoco e alla Protezione civile”. 

Esplosione Napoli, una vicina: “Già da qualche giorno puzza di gas”

“Già da qualche giorno si sentiva puzza di gas”. A raccontarlo all’Ansa è Anna Boccia, inquilina del primo piano del palazzo dove è avvenuta l’esplosione. 

“Stamattina siamo stati svegliati da un rumore fortissimo – prosegue – Abbiamo chiamato la polizia, i vigili del fuoco, il 118, tutti ci siamo preoccupati di fare qualcosa”.

La signora Anna ha visto la donna che è rimasta ferita nell’esplosione. “Mi sono affacciata e ho visto la porta d’ingresso dall’altra parte – prosegue – e poi c’era lei a terra. L’hanno portata via in ambulanza”.

E aggiunge: “In questi giorni era da sola in casa, con lei vive una ragazza che deve essere tornata al suo Paese. La paura è stata molto grande e siamo stati fortunati perché poteva succedere di peggio, solo per miracolo non è accaduto”. (Fonte: Ansa).