Napoli, formica sul volto di un paziente in rianimazione: nuovo caso all’ospedale San Giovanni Bosco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 gennaio 2019 18:53 | Ultimo aggiornamento: 3 gennaio 2019 18:53
Napoli, paziente con formica in volto all'ospedale San Giovanni Bosco

Napoli, formica sul volto di un paziente in rianimazione: nuovo caso all’ospedale San Giovanni Bosco (Foto Ansa)

NAPOLI – Ancora una formica sul volto di un paziente. E’ accaduto all’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, dove i parenti di un paziente ricoverato nel reparto di Rianimazione hanno chiamato i carabinieri e denunciato l’episodio. Nello stesso ospedale lo scorso novembre una paziente, morta nei giorni scorsi, era stata presa d’assalto dalle formiche. I militari si sono presentati in ospedale insieme ai colleghi del Nas e hanno trovato l’insetto vicino alla narice dell’uomo.

Proprio mentre proseguono le indagini sul caso della paziente dello Sri Lanka di 70 anni Thilakawathie Dissianayake, presa letteralmente d’assalto dalle formiche lo scorso 10 novembre e deceduta il 29 dicembre all’Ospedale del Mare per complicanze legate al suo grave stato di salute, un nuovo caso si presenta agli inquirenti. A nulla sembra essere servita la chiusura del punto ristoro e del bar dell’ospedale, ordinata dagli inquirenti lo scorso 5 dicembre.

Due settimane dopo, il 19 dicembre, l’accettazione chirurgica del pronto soccorso del San Giovanni Bosco venne chiusa per oltre un’ora, dalle 12 alle 13, a causa delle formiche. Il primo caso di formiche in ospedale, a Napoli, risale al giugno del 2017, al San Paolo di Fuorigrotta, dove una donna napoletana allettata venne ‘attaccata’ mentre era in uno stato di incoscienza. La foto della paziente, come è accaduto anche per la 70enne dello Sri Lanka, fece il giro del web suscitando forte indignazione.

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, promette che chi sta sbagliando pagherà e su Facebook scrive: “È incredibile che per la terza volta siano segnalate formiche nei locali e, cosa intollerabile, sui pazienti dell’ospedale S.Giovanni Bosco di Napoli. La persistenza del problema mi lascia sbalordita e senza parole.
Chi sta sbagliando pagherà”.

Francesco Emilio Borrelli,consigliere dei Verdi e membro della commissione Sanità, ha commentato: “Una nuova invasione di formiche ha colpito questa volta i locali della Rianimazione dell’ospedale San Giovanni Bosco. Si tratta di un evento allucinante, sono senza parole. Il ripetersi del problema arriva a poche settimane dall’ultimo caso. Un paziente, tra il pomeriggio e la serata di mercoledì 2 gennaio, è stato ritrovato tra le formiche all’interno del reparto di rianimazione. A quanto ci hanno riferito erano presenti, al momento del fatto, tre medici e cinque infermieri. Solo dopo l’accaduto si è proceduto alla disinfestazione delle aree interessate”.

Per Borrelli “occorre altresì la massima celerità nel procedere alla bonifica strutturale dell’ospedale. Il San Giovanni Bosco, a quaranta anni dall’apertura, non è mai stato interessato da un intervento di manutenzione straordinaria da quando è stato costruito. Bisogna altresì procedere con nuove gare d’appalto per il servizio di pulizia. Chi se ne occupa attualmente non garantisce l’igiene dei locali e agisce, tra l’altro, in un regime di proroga ultradecennale, in spregio della normativa sugli appalti. Chiedo inoltre al questore di intervenire contro i fenomeni di illegalità che si verificano all’esterno dell’ospedale tra cui la presenza di parcheggiatori abusivi legati alla criminalità organizzata con un presidio fisso di polizia”, conclude il consigliere regionale.