Napoli, furto Cavani. Questore: “Non ci sono derubati eccellenti”

Pubblicato il 10 Ottobre 2011 14:01 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2011 14:06

Edinson Cavani (Lapresse)

NAPOLI, 10 OTT – ”Quello dei furti in appartamento è un problema in cui può incorrere sia il cittadino “eccellente” che quello comune. A noi dispiace ogni qualvolta si registrano dei furti ma che avvenga a Cavani o al signor Luigi Esposito le forze di polizia devono dedicare la stessa attenzione. Non esistono derubati eccellenti”. Lo ha detto il questore di Napoli, Luigi Merolla, rispondendo alla domanda relativo al raid dell’altra notte in casa del bomber azzurro.

”I furti in appartamento – ha ripreso il numero uno degli uffici di via Medina – tendenzialmente, negli ultimi tempi, hanno avuto un aumento così come i piccoli reati predatori da strada (scippi di catenine e così via, ndr) e sono legati all’aumento del prezzo dell’oro per cui si tratta di furti più remunerativi rispetto al passato e quindi c’è un numero maggiore di delinquenti che vi si dedica”.

”Per questo, anche in questo campo – sottolinea Merolla – dobbiamo da una parte fare di tutto per contrastarne l’azione, specialmente in termini investigativi bloccando i gruppi seriali, e dall’altro fornire ai cittadini delle indicazioni sulle serrature migliori da usare. Per esempio, un suggerimento che mi sento di dare è quello di installare delle serrature di tipo europeo che difficilmente vengono riprodotte dai malintenzionati perché oltre ai furti con evidenti effrazioni si registrano furti in cui ladri raffinati riescono addirittura a clonare le serrature”.