Napoli. Giovane arrestato chiedeva il “pizzo” in un cantiere edile

Pubblicato il 12 Maggio 2010 23:56 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2010 23:56

Gangster a soli 16 anni, chiedeva il “pizzo” in cantieri edili presentandosi agli imprenditori per chiedere un “regalo per i carcerati”. Un ragazzo di Ercolano è stato arrestato dai carabinieri a Torre del Greco con l’accusa di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso: il minorenne è stato sorpreso dai militari mentre chiedeva il “pizzo” al titolare di una ditta edile che stava svolgendo dei lavori in un cantiere della città.

Il minore, dopo avere appreso dell’inizio dei lavori, si era presentato per chiedere un “regalo per i carcerati”: la cifra era stata quantificata al 3% della commessa. Il pagamento del “pizzo”, che avrebbe consentito la prosecuzione delle attività, è stato chiesto facendo il nome di un esponente di spicco della locale criminalità organizzata.

Il 16enne è stato bloccato dai carabinieri all’interno del cantiere al momento del pagamento e dopo l’arresto è stato accompagnato nel centro di prima accoglienza dei Colli Aminei di Napoli.