Napoli, in fin di vita per aver dato uno schiaffo a giovane di 17 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Giugno 2015 12:35 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2015 12:35
Napoli, in fin di vita per aver dato uno schiaffo a giovane di 17 anni

Napoli, in fin di vita per aver dato uno schiaffo a giovane di 17 anni

NAPOLI – Ridotto in fin di vita a 19 anni per aver dato uno schiaffo ad un ragazzo di 17. Tutto dopo un banalissimo incidente stradale. Succede a Napoli ed è una storia che inizia nella serata di martedì 16 giugno. Il diciannovenne è alla guida della sua Fiat Panda. Tampona uno scooter, guidato dal ragazzo di 17 anni.

Ne nasce una lite ed è il diciannovenne, nonostante la colpa dell’incidente sia sua, a dare uno schiaffo al ragazzo di più giovane. I due vengono divisi e si allontanano. Ma non finisce qua. Il diciassettenne, infatti, torna a casa e rintraccia l’altro su Facebook. Lo scontro continua in chat fin quando i due si danno un appuntamento per chiarire.

Solo che là il giovane si presenta in compagnia. E si vendica, picchiando a sangue il diciannovenne insieme ad alcuni suoi amici fino a ridurlo in fin di vita.  Scrive il Corriere della Sera:

I poliziotti hanno accertato che il minore, dopo aver minacciato il 19enne, attraverso una serie di messaggi, a voce e scritti, aveva cancellato il suo profilo da Facebook. Ma gli agenti sono riusciti a rintracciarlo e a sottoporlo a fermo di polizia giudiziaria con l’accusa di duplice tentato omicidio e di lesioni, nei confronti dei tre giovani del Rione Amicizia. Il 17enne è stato condotto dalla Polizia al Centro di Prima Accoglienza dei Colli Aminei, mentre sono in corso ulteriori indagini per identificare i complici.