Napoli: insegue un’amica della moglie, figlio e cognato lo accoltellano

Pubblicato il 16 agosto 2010 15:00 | Ultimo aggiornamento: 16 agosto 2010 15:11

Le tensioni tra due coniugi sfiorano la tragedia a Napoli, dove un uomo di 50 anni è stato accoltellato davanti all’ospedale pediatrico Santobono nella notte tra domenica e lunedì. Per lesioni gravi sono stati denunciati il figlio, un diciottenne, e il cognato, di 40 anni. La vittima inseguiva un’infermiera che stava per affrontare il turno di notte, un’amica di sua moglie, ritenuta motivo di liti continue.

Sulla dinamica ingarbugliata che ha portato all’aggressione hanno lavorato a lungo gli agenti di polizia delle ‘”volanti” di Napoli, alle prese con testimonianze discordanti. Alla fine è emerso che l’uomo rimasto ferito era stato a sua volta denunciato dalla moglie, in serata, per percosse.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, domenica sera il cinquantenne aveva incontrato sua moglie a Fuorigrotta, in compagnia dell’infermiera. Ne era nata una discussione finita male: l’uomo avrebbe aggredito e percosso sua moglie, che lo ha denunciato al commissariato San Paolo, prima di rientrare a casa. A questo punto, però, l’ira del marito non si era affatto placata: l’uomo ha deciso di inseguire l’infermiera fino all’ospedale, dove era in servizio per il turno di notte.

Quando l’infermiera si è resa conto della presenza del marito dell’amica, spaventata, ha chiesto soccorso proprio a lei, con una telefonata. Per aiutarla la donna ha inviato sul posto il figlio e il fratello, nella speranza che potessero calmare loro il congiunto. L’arrivo dei due uomini non ha fatto, invece, che peggiorare le cose: si e’ arrivati a una colluttazione fino a quando qualcuno – al momento non è chiaro se il cognato o proprio il figlio – ha estratto un coltello e si è avventato contro il cinquantenne.

L’uomo ha subito una ferita al collo di circa 15 centimetri e diversi tagli: alla mano, al palmo destro, al braccio e all’apice del naso. Qualcuno per fortuna lo ha notato e ha allertato il 118 intervenuto immediatamente, per i soccorsi. Il ferito è stato così ricoverato al Cardarelli di Napoli; la prognosi di guarigione per lui è di 30 giorni. Avendo inseguito l’infermiera, però, l’ uomo aggredito è stato a sua volta denunciato per stalking.