Nuda in chiesa a Napoli: il selfie di 5 anni fa con il regista Jodorowsky finisce in Procura

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 novembre 2018 11:42 | Ultimo aggiornamento: 19 novembre 2018 11:46
Nuda in chiesa a Napoli: il selfie di 5 anni fa con il regista Jodorowsky finisce in Procura

Nuda in chiesa a Napoli: il selfie di 5 anni fa con il regista Jodorowsky finisce in Procura

ROMA – Una ragazza a seno nudo che abbraccia Alejandro Jodorowsky (regista, drammaturgo, intellettuale francese di origine cilena) al termine di una performance artistica: è successo all’interno di una chiesa, quella di San Francesco delle Monache, in via Santa Chiara, conosciuta a Napoli come Domus Ars. Il fatto risale al 2013 ma la foto è ora finita sul tavolo del procuratore aggiunto di Napoli, Vincenzo Piscitelli, dopo essere stata spedita in precedenza in Curia. 

Da diversi anni, per effetto di una convenzione tra l’Arcidiocesi e l’associazione Il Canto di Virgilio, la Domus Ars è diventata un centro culturale che ospita concerti, spettacoli, convegni ma anche iniziative di partito. Il problema è che la chiesa in questione non risulta sconsacrata, cioè non più adibita al culto. In Procura a Napoli è stata aperta un’indagine conoscitiva, affidata al pool che si occupa della tutela del patrimonio artistico.

Di recente hanno fatto rumore le foto della festa di Halloween nella chiesa di San Gennaro all’Olmo (che da tempo non ospita più funzioni religiose) affidata dalla Diocesi in comodato d’uso ad una Fondazione per attività culturali: foto comparse sui social e siti internet con ragazze in abiti succinti, giovani mascherati da diavoli, una impiccagione simulata, oltre ai residui di plastica abbandonati sugli altari del ‘700. Pochi mesi fa fecero discutere e polemizzare le immagini del selfie di alcune ragazze sul trono dei Borbone al Palazzo Reale di Napoli.