Napoli, picchia compagna e figlioletta proprio davanti alla panchina anti-violenza

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 aprile 2018 15:52 | Ultimo aggiornamento: 12 aprile 2018 15:52
Napoli, picchia compagna e figlioletta proprio davanti alla panchina anti-violenza

Napoli, picchia compagna e figlioletta proprio davanti alla panchina anti-violenza

NAPOLI – Calci e pugni alla compagna e la figlioletta di 4 anni scaraventata a terra.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Accade a Napoli, proprio dinanzi alla panchina simbolo della lotta alla violenza sulle donne, installata pochi messi fa in via Alessandro Poerio. Era da tempo che la donna subiva i maltrattamenti dell’uomo, andati avanti anche durante la gravidanza.

L’aggressione nasce, come sempre, da una accesa lite tra i due. L’uomo strappa la figlioletta dalle mani della donna e la scaraventa a terra accanto alla panchina rossa. Poi si scagli conto la donna con inaudita violenza.

Lei riesce a sottrarsi e per mettere al riparo la bimba, trova rifugio nel palazzo in cui risiedono gli uffici dell’Unità Operativa Emergenze Sociali della Polizia Municipale. Ma il compagno la raggiunge e cerca di buttarla giù per le scale, nonostante la donna avesse in braccio la loro bambina.

In quell’istante giungono gli agenti della municipale, richiamati dalle urla della donna durante la colluttazione. Fermano l’uomo che continua ad opporre resistenza e a cercare di sferrare altri calci alla donna, nonostante la loro presenza.

La donna e la piccola sono state poi medicate, rispettivamente, all’Ospedale Santobono di Napoli e al Pronto Soccorso dell’Ospedale Cardarelli dove è stato attivato immediatamente il “percorso Rosa del Centro Dafne”, un protocollo dedicato alle donne vittime di violenza, con assistenza fisica e supporto psicologico. La prognosi rispettivamente è di 21 e 6 giorni. L’uomo, pregiudicato per reati contro il patrimonio, è stato arrestato.