Napoli, ragazza massacrata davanti alla figlia di 4 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Giugno 2013 20:30 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2013 20:31
Napoli, ragazza massacrata davanti alla figlia di 4 anni

Napoli, ragazza massacrata davanti alla figlia di 4 anni

NAPOLI –  Tosca Xhuli, la ragazza albanese massacrata di botte e trovata in fin di vita in un sacco dell’immondizia giovedì sera a Napoli, è stata selvaggiamente picchiata davanti alla figlia di quattro anni. Lo hanno riferito gli investigatori in Questura nel capoluogo campano.

La bambina è stata rintracciata dalla polizia a San Salvatore Telesino (Benevento) insieme al maschietto di 3 anni figlio dell’altra donna albanese coinvolta nella vicenda. Emerson D’Esposito, l’uomo fermato con l’accusa di tentativo di omicidio e porto e detenzione illegale di armi, ha spiegato di avere preso con sé la piccola per non lasciarla da sola nella casa di via Tribunali a Napoli in cui era avvenuta l’aggressione. Quando gli agenti hanno fatto irruzione nell’abitazione di San Salvatore Telesino è stata una agente dell’ufficio Minori della Questura a prendersi cura dei due piccoli.