Napoli, due ragazzi accoltellati al Vomero, l’aggressore si difende: “Solo una fesseria”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 gennaio 2018 10:08 | Ultimo aggiornamento: 9 gennaio 2018 10:08
vomero-napoli

Napoli, due giovanissimi accoltellati al Vomero, l’aggressore si difende: “Solo una fesseria”

NAPOLI – “Devo ammettere che ho fatto una stupidaggine…” dice ora il sedicenne accusato di aver accoltellato due ragazzi di 16 e 18 anni al Vomero. La vendetta per uno sguardo di troppo. Questo il movente che ha spinto un gruppo di ragazzi, un “branco”, ad accoltellare i due ragazzi il 17 dicembre scorso a Napoli. Le indagini hanno portato a 15 indagati per il solo reato di rissa aggravata.

“Un risultato importante – dice il comandante Ubaldo Del Monaco – c’è un costante controllo del territorio. È chiaro che non c’è solo un problema di repressione o prevenzione, ma anche una questione di natura sociale”.

Il capo branco si chiama V.C. ha 16 anni, viene da Bagnoli, dove vanta – sempre secondo il suo profilo Facebook – amicizie con famiglie di camorristi locali. Il movente è stato confermato anche dai due ragazzi aggrediti: “Sono passati una prima volta in sella agli scooter e ci hanno guardati, noi pensavamo fossero dei conoscenti e non abbiamo abbassato lo sguardo, dopo pochi minuti sono tornati, sembravano delle furie…”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other