Napoli, ragazzo di colore litiga con i poliziotti: “Sono più napoletano di voi”. Gli avevano chiesto il permesso di soggiorno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Maggio 2020 21:19 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2020 21:19
Napoli, ragazzo di colore litiga con i poliziotti: "Sono più napoletano di voi". Gli avevano chiesto il permesso di soggiorno

Napoli, ragazzo di colore litiga con i poliziotti: “Sono più napoletano di voi”. Gli avevano chiesto il permesso di soggiorno

NAPOLI – Momenti di tensione a Napoli tra un giovane di colore e un poliziotto, durante un controllo anti-assembramento.

In un video amatoriale girato nel quartiere Vomero e condiviso dal sito Anteprima24.it, si vede il ragazzo gridare: “Mi ha chiesto il permesso di soggiorno. Ma io sono italiano”.

A questa richiesta il ragazzo in questione è andato in escandescenza, ritenendo di aver subito un abuso a sfondo razzista, dichiarando esplicitamente di “essere” più napoletano dei poliziotti e possedendo la carta di identità italiana.

Nel video infatti si sentono numerose rimostranze del ragazzo, e qualche insulto, verso le forze dell’ordine con pesanti accuse.

Il ragazzo dichiara infatti di essere stato colpito fisicamente dagli agenti.

Nel mentre una decina di ragazzi accerchia gli agenti per difenderei il ragazzo che viene trattenuto e trascinato via.

“Guardame a me. Nun fa accussì” gli dice un ragazzo mentre alcuni ragazzi si mettono in mezzo tra lui e la polizia.

Alla fine la situazione torna tranquilla.

Alla fine uno dei giovani è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

La pattuglia, secondo quanto appreso da Fanpage.it da fonti della Questura, si era avvicinata inizialmente per un controllo per via dell’assembramento e aveva chiesto ai giovani di rispettare le norme sul distanziamento sociale.

A quel punto, i ragazzi avrebbero cominciato ad alterarsi e sarebbero partite delle offese. Così gli agenti hanno chiesto loro i documenti ma i giovani avrebbero rifiutato di darli. (fonti ANTEPRIMA24, FANPAGE)