Napoli, ragazzo seviziato migliora. Lo zio: “Vuole ridere e vivere”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Ottobre 2014 13:14 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2014 13:15
Napoli, ragazzo seviziato migliora. Lo zio: "Vuole ridere e vivere"

Napoli, ragazzo seviziato migliora. Lo zio: “Vuole ridere e vivere”

NAPOLI – E’ vigile e ha voglia di ridere e vivere. Migliorano le condizioni del ragazzino seviziato a Pianura, quartiere di Napoli. Ora il 14enne è stato trasferito dalla terapia intensiva al reparto di chirurgia. A dirlo è l’ospedale San Paolo con il bollettino medico: il paziente “è vigile, cosciente e collaborante”. Il quattordicenne, che è senza febbre, è stato sistemato in una camera singola per tutelare la sua privacy. La prognosi resta riservata.

“Mi sento emozionato, per la gioia che lui ha, voglia di vivere e ridere“. Luigi è uno zio del ragazzo. Racconta che il nipote è “sempre in compagnia della mamma”.  “Sta reagendo bene – fa sapere – ora, anche se non bene, comincia a parlare”.

“A tutto il resto penserà la magistratura”, sottolinea.  I cronisti chiedono allo zio se il ragazzo abbia ricevuto visite in ospedale dai parenti degli aggressori. “Non abbiamo visto nessuno, se fosse venuto qualcuno a sincerarsi di come stava, ci avrebbe fatto piacere – conclude – ma da ieri non è venuto nessuno”.