Napoli: rapinato in strada il magistrato Giustino Gatti

Pubblicato il 18 Gennaio 2012 17:04 | Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2012 17:04

NAPOLI – C’è un’altra vittima illustre nella Napoli delle rapine ai vip. E ancora una volta è un magistrato. Si tratta di Giustino Gatti, presidente dell’Ufficio gip. Martedì mattina stava andando a lavorare a piedi lungo la salita Pontecorvo. È stato affrontato da due giovani in sella a uno scooter che gli hanno puntato una pistola addosso.

“Dacci tutto quello che hai”. Gli hanno portato via l’orologio, la fede nuziale, il portafogli. Al giudice, subito dopo l’aggressione, non è rimasto altro da fare che chiamare la polizia. La volante della questura è subito arrivata, ha portato l’alto magistrato in Procura mentre la notizia, nel giro di pochi minuti, è rimbalzata all’Arma territoriale. E alla compagnia dei carabinieri Centro hanno cominciato a cercare i responsabili che però sono spariti nel nulla.

Non solo magistrati, naturalmente. L’elenco dei vip nel mirino dei rapinatori è lungo. A oggi il fascicolo più corposo è quello che raccoglie gli episodi che riguardano il Calcio Napoli. Giocatori, mogli, conviventi e manager aggrediti. Da Yanina Screpante, compagna del Pocho Lavezzi, alla moglie di Hamsik. Ultimo l’ex giocatore Gianni Improta, rapinato di mille euro in piazza Nicola Amore la sera del 23 dicembre. Non solo vip. E il manager di Cavani, Claudio Anellucci, aggredito in corso Garibaldi mentre è in auto.