Napoli. Rapina in tabaccheria: “app segugio” di iPhone li fa arrestare

Pubblicato il 27 Febbraio 2012 13:56 | Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio 2012 14:07

NAPOLI – Rapinatori a mano armata incastrati grazie a una ”app segugio” installata su un i-phone rubato: e’ successo a Napoli dove la polizia ha intuito le potenzialita’ del software ”trova il mio i-phone” l’ha usato per rintracciare e bloccare due malviventi, sabato scorso autori di una rapina a una tabaccheria di Casoria, comune confinante con il capoluogo partenopeo.

Durante la rapina, i due non si erano fatti sfuggire il cellulare i-phone di proprieta’ di uno degli addetti, portato via insieme al bottino (3690 euro, 40 pacchi ancora sigillati di tagliandi ”Gratta e Vinci”, quelli posti in vendita e circa 200 ricariche telefoniche di vario taglio).

Un ”passo falso” che ha consentito alle forze dell’ordine di rintracciare e bloccare i due rapinatori nella loro abitazione proprio grazie all’applicazione: dopo averla attivata su un altro cellulare, infatti, i poliziotti non hanno fatto altro che seguirne le indicazioni fino a giungere a casa dei due banditi, in via Toscano, a Napoli, dove sono stati sorpresi con parte del bottino addosso.

In manette sono finiti Pasquale Cocozza, 24 anni, e Ciro De Rosa, 22 anni, entrambi napoletani. Alla rapina ha preso parte anche una terza persona – che impediva ai clienti di entrare nella tabaccheria – che ora e’ ricercata dalla polizia.