Napoli. Sorvegliato speciale scappa dalla moglie, la polizia non lo trova

Pubblicato il 15 Marzo 2010 18:15 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2010 18:15

Sorvegliato speciale, non si fa trovare ai controlli della polizia perché non ne poteva più della moglie. Raffaele Cinque, 36 anni, è risultato più volte inosservante alla misura di prevenzione degli arresti domiciliari, alla quale è sottoposto per tre anni a partire dal 10 giugno 2008. Inoltre non si è neanche presentato al Commissariato di Secondigliano, per apporre la firma nell’apposito registro.

Venerdì sera, dopo che gli era stato riferito dei controlli effettuati presso il proprio domicilio, si è presentato al commissariato di Polizia Secondigliano e ha detto che aveva litigato con la moglie e non ne poteva più di stare nella stessa casa con lei. Cinque è processato con rito per direttissima e condannato a 8 mesi di reclusione, con il beneficio della sospensione della pena, e sottoposto nuovamente alla misura della sorveglianza speciale.