Napoli, studente di sinistra aggredito con mazze da baseball

Pubblicato il 28 Novembre 2009 13:23 | Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2009 13:23

Uno studente universitario di 19 anni è stato aggredito a colpi di mazze da baseball da alcuni giovani appartenenti al centro sociale di destra Casa Pound. L’aggressione è avvenuta a Napoli nel quartiere Materdei e L.T., attivista di sinistra  è stato ricoverato all’ospedale Cardarelli.

I medici gli hanno consigliato di restare in osservazione almeno 24 ore. Gli esami avrebbero riscontrato infatti un grumo di sangue ai polmoni e un piccolo enfisema.

A dare notizia dell’aggressione la Rete Antirazzista di Napoli. Secondo la loro ricostruzione sette giovani dei centri sociali stavano attaccando alcuni manifesti quando sarebbero stati avvicinati dai militanti di CasaPound. Ne è nata una colluttazione finita col pestaggio dello studente.

Per il commissario provinciale del Prc, Antonio D’Alessandro «è stata un’irruzione neofascista». D’Alessandro chiede al sindaco di Napoli «lo sgombero dell’ex convento occupato da Casa Pound».

La Cgil, invece, esprime il suo «sdegno e netta condanna della vergognosa aggressione. Ci preoccupa il crescente clima d’intolleranza e di violenza in città».