Napoli, stuprarono 15enne a Marechiaro: giudice li condanna a fare i pizzaioli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 aprile 2018 13:35 | Ultimo aggiornamento: 11 aprile 2018 13:35
Napoli, stuprarono 15enne a Marechiaro: giudice li condanna a fare i pizzaioli

Napoli, stuprarono 15enne a Marechiaro: giudice li condanna a fare i pizzaioli

ROMA – A ottobre scorso erano stati arrestati con l’accusa di aver partecipato – anche se con ruoli diversi – alcuni mesi prima ad una violenza su di una ragazza di 15 anni sugli scogli di Marechiaro a Napoli.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

In tre (all’epoca dei fatti il più grande aveva appena 17 anni) – secondo quanto scrive Il Mattino – lasciano in carcere per essere avviati a un progetto di messa in prova particolare.

Saranno infatti inseriti in un programma di recupero per aspiranti pizzaioli. La liberazione anticipata – chiesta dal loro legale ed accolta dal gip – è condizionata alla possibilità di reinserimento assistito dai servizi sociali. A dare una svolta determinante alle indagini fu proprio la vittima che riconobbe i volti degli aguzzini sui rispettivi profili Facebook.

La ragazzina aveva denunciato lo stupro dopo aver riconosciuto i suoi presunti aggressori da Facebook e dopo mesi si è arrivati a una svolta nelle indagini. Secondo la ricostruzione degli investigatori, la vittima aveva incontrato i tre ragazzi sulla spiaggia.

Tutti e tre erano apparentemente tranquilli e provenienti da diversi quartieri della città, e l’avevano invitata a bere una cosa insieme per sfuggire alla calura. Poi la violenza, la visita in ospedale e l’avvio delle indagini dopo la denuncia ai carabinieri con l’identificazione dei tre aggressori.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other