Napoli, una “lady gang” di tre ragazze picchia una vigilessa a pugni e morsi

Pubblicato il 13 Ottobre 2009 15:55 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2009 15:55

napoliÈ lunedì sera in piazza del Gesù, pieno centro di Napoli, luogo dove la violenza ora si tinge di rosa. Una gang composta di sole donne: sono tre e si sono avventate contro una vigilessa rea di averle riprese mentre scorazzavano tutte su un solo motorino e per di più senza casco.

Una ha 23 anni e le altre due 17, hanno aggredito l’agente della municipale con una violenza inaudita: pugni, morsi e grida perché quella donna aveva osato fermarle.

Prima di colpire però sono partite con gli insulti, poi gli schiaffi e infine il lancio di pezzi di ciclomotore.

Una scena di quotidiano abbrutimento continuata anche nei locali della polizia Municipale dove sono state portate dopo l’aggressione, anche lì hanno devastato tutto sfogando un’ira incontrollabile.

Risiedono nella periferia orientale del capoluogo partenopeo, dai quartieri di Barra e Ponticelli erano venute in centro, tutte con lo stesso mezzo, sprovvisto di targa. La più grande delle picchiatrici, Grazia Cardolo, è stata arrestata mentre le altre due sono state sono state denunciate per oltraggio, violenza, lesioni, minacce, resistenza e danneggiamento ed affidate ai genitori.

La furia delle tre donne è stata fermata da altrettanti vigili, coinvolti nel pestaggio, che hanno riportato ferite guaribili in massimo una settimana.

Per la ventitreenne è arrivata immediata la condanna a 16 mesi di carcere, ma con il beneficio della sospensione della pena. Alla vigilessa invece sono toccati 25 giorni di prognosi e il naso rotto.