Napoli, vigile urbano si uccide con la pistola di servizio: aveva 52 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Ottobre 2019 11:24 | Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre 2019 11:28
napoli vigile urbano suicida

Foto archivio ANSA

NAPOLI – Si è sparato un colpo alla testa con la pistola di servizio. Così è morto A. M., vigile urbano di 52 anni in servizio alla Polizia Municipale di Napoli il 25 ottobre.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo è stato trovato seduto sulla statua di Augusto nei giardinetti di via Cesario Console la mattina di venerdì. Una birra era poggiata sul marmo lì vicino, la pistola invece era caduta un paio di metri più avanti al corpo. A trovarlo i netturbini poco prima dell’alba, che hanno dato l’allarme ai carabinieri. 

Subito è apparso evidente che si trattasse di un suicidio e i carabinieri hanno eseguito i rilievi del caso e indagano per ricostruire le ultime ore dell’uomo e capire quali possano essere stati i motivi del suo gesto. Al momento, in una nota il Comune di Napoli ha fatto sapere che da circa 10 giorni il vigile urbano era stato trasferito di reparto, come da sua richiesta. Il Comando della Polizia Locale e tutti gli operatori hanno espresso cordoglio e vicinanza alla famiglia. (Fonte ANSA e Fanpage)